Giovanni Abbate – Vocianti

In questo mondo caotico, delle masse che vociano scomposte, Ci stiamo abituando a noi stessi / […] al biasimato chiacchiericcio, in cui Dio, se c‟è, sembra non curarsi di noi, dove è il Caso che ci determina ed è il Tempo che, mentre ci illude, a suo profitto ci rivende alla morte, che spazio rimane alla autenticità, oltre il muro che ormai più neppure ci infastidisce? Uno ce n‟è, benché limitato ai rapporti intimi, a tu per tu, dove ancora c‟è margine per il ricordo e per il rammarico di parole non dette -forse quelle dell‟amore?. È quella che il poeta canta come quell’intima fessura / dove il destino spunta / e non ha censura. (Paolo Paoloni)

Annunci

Giovanni Abbate – Vocianti

In questo mondo caotico, delle masse che vociano scomposte, Ci stiamo abituando a noi stessi / […] al biasimato chiacchiericcio, in cui Dio, se c‟è, sembra non curarsi di noi, dove è il Caso che ci determina ed è il Tempo che, mentre ci illude, a suo profitto ci rivende alla morte, che spazio rimane alla autenticità, oltre il muro che ormai più neppure ci infastidisce? Uno ce n‟è, benché limitato ai rapporti intimi, a tu per tu, dove ancora c‟è margine per il ricordo e per il rammarico di parole non dette -forse quelle dell‟amore?. È quella che il poeta canta come quell’intima fessura / dove il destino spunta / e non ha censura. (Paolo Paoloni)

Catia di Cesare – Parole Blues

La parola blues è parola che dondola, scivola, segue il pensiero di una musica interiore di puro istinto. Si compone di frammenti, crea immagini, sensazioni urgenti, canta per essere suono e nel suono invenzione di ritmi. Questa di Catia Di Cesare è una raccolta di voce e accordi, complice la tastiera del suo pianoforte, ciò che le mani hanno imparato a dire, alterne e concordi. Una poesia, una scrittura intima d’ascolto. (Lina Maria Ugolini)

Catia di Cesare – Parole Blues

La parola blues è parola che dondola, scivola, segue il pensiero di una musica interiore di puro istinto. Si compone di frammenti, crea immagini, sensazioni urgenti, canta per essere suono e nel suono invenzione di ritmi. Questa di Catia Di Cesare è una raccolta di voce e accordi, complice la tastiera del suo pianoforte, ciò che le mani hanno imparato a dire, alterne e concordi. Una poesia, una scrittura intima d’ascolto. (Lina Maria Ugolini)

Pietro Roversi – Tirare l’acqua

Hilo? Dos, pero uno azul. (Julio Cortazar, Historias de Cronopios y de Famas, 1962)

Pietro Roversi – Tirare l’acqua

Hilo? Dos, pero uno azul. (Julio Cortazar, Historias de Cronopios y de Famas, 1962)

Dio ha perso una mano a briscola – poesie inedite di Bernardo Pacini

Dissociazione e trascendenza sono i due poli attraverso cui oscilla la parola di Bernardo Pacini. La sua poesia testimonia la separazione tra elemento ctonio, oscuramente energetico, e guida razionale, fino ad arrivare a ironici commiati del tipo «Buonanotte cani divisi dai padroni». Altre volte la dissociazione diventa intuizione di una dimensione “altra”, separata dalla razionalità intesa come capacità di quantificare. Tommaso Meozzi

Dio ha perso una mano a briscola – poesie inedite di Bernardo Pacini

Dissociazione e trascendenza sono i due poli attraverso cui oscilla la parola di Bernardo Pacini. La sua poesia testimonia la separazione tra elemento ctonio, oscuramente energetico, e guida razionale, fino ad arrivare a ironici commiati del tipo «Buonanotte cani divisi dai padroni». Altre volte la dissociazione diventa intuizione di una dimensione “altra”, separata dalla razionalità intesa come capacità di quantificare. Tommaso Meozzi

Massimiliano Russo – I racconti dell’albero rosso

PREFAZIONE L’avventuriero dopo due giorni e otto notti giunse infine alla grotta Cherubina detentrice dei tesori di Uriele e altri angeli, sommersa da scuri oceani, formata da rocce friabili e spontanee pronte a crollare, esclusa dal cielo che per il resto è spesso

Massimiliano Russo – I racconti dell’albero rosso

PREFAZIONE L’avventuriero dopo due giorni e otto notti giunse infine alla grotta Cherubina detentrice dei tesori di Uriele e altri angeli, sommersa da scuri oceani, formata da rocce friabili e spontanee pronte a crollare, esclusa dal cielo che per il resto è spesso

Alessandra Greco – Press Soundtrack, colonne sonore dalla cronaca (Cantarena 2012)

Press Soundtrack_Colonne sonore dalla cronaca comprende nove racconti unificati in un macroracconto. Ciascuno dei racconti brevi porta il titolo di un brano rock e rimandi corrono tra i contenuti dei racconti e i testi delle canzoni.

Alessandra Greco – Press Soundtrack, colonne sonore dalla cronaca (Cantarena 2012)

Press Soundtrack_Colonne sonore dalla cronaca comprende nove racconti unificati in un macroracconto. Ciascuno dei racconti brevi porta il titolo di un brano rock e rimandi corrono tra i contenuti dei racconti e i testi delle canzoni.

“L’amore ai tempi della Telecom” di Carmelo Albanese (Ensemble 2012) – anteprima

L’amore ai tempi della Telecom racconta la privatizzazione della società pubblica Trip. I tragici cambiamenti che la trasformarono in Globalcom. La Globalcom somiglia a Macondo. Il paese immaginario nato dalla fantasia di Gabriel Garcìa Marquez. Rappresenta tutte le aziende senza essere nessuna di loro. In azienda nasce l’amore testardo di Christian e Maria. Proveranno a difenderlo dalle vessazioni delle compagnie bananiere. Così come proveranno a difendere loro stessi. Affronteranno il mobbing, i manager e i target.

“L’amore ai tempi della Telecom” di Carmelo Albanese (Ensemble 2012) – anteprima

L’amore ai tempi della Telecom racconta la privatizzazione della società pubblica Trip. I tragici cambiamenti che la trasformarono in Globalcom. La Globalcom somiglia a Macondo. Il paese immaginario nato dalla fantasia di Gabriel Garcìa Marquez. Rappresenta tutte le aziende senza essere nessuna di loro. In azienda nasce l’amore testardo di Christian e Maria. Proveranno a difenderlo dalle vessazioni delle compagnie bananiere. Così come proveranno a difendere loro stessi. Affronteranno il mobbing, i manager e i target.

estratto da TI STRINGO LA MANO MENTRE DORMI (Fuorilinea 2012) di Elena Buia Rutt

Il lirismo di Buia è un laico spiritualismo del significante che tende alla fede cristiana nel significato. (Matteo Bianchi)

estratto da TI STRINGO LA MANO MENTRE DORMI (Fuorilinea 2012) di Elena Buia Rutt

Il lirismo di Buia è un laico spiritualismo del significante che tende alla fede cristiana nel significato. (Matteo Bianchi)