“Con Il Naso Rosso” di Lina Maria Ugolini (Ladolfi, 2011) – anteprima

Nota critica

Il naso della poesia è un buffo naso, leggero soprattutto… e tinto di rosso. Si afferra con due dita e come una farfalla gli si offre la punta del viso di un fiore… Questo naso annusa se stesso e nel proprio respiro cede all’aria il fiato vivo delle parole. Si diverte come un matto a scivolare tra consonanti e vocali. Sa smarrirsi e ritrovarsi ad un tratto sospeso nel vuoto bianco della pagina. È un naso beffardo, intermittente ed impertinente nei confronti della scrittura. Può essere reticente, amabile, dubitare nell’equilibrio di un dubbio, dondolare nell’incertezza di un desiderio, accendersi come stella per illuminare di gioia un privato cielo di carta. Insomma è un naso a cui piace tanto scherzare con la fantasia e i tratti tipografici che vorrebbero per delizia renderlo prigioniero. Appartiene ad un Augusto il naso rosso, e il palloncino della bambina che con lui si diverte a giocare e a sognare, un palloncino felice di scappare e volare via con le ali libere dei versi, in suono e sorriso.

Lina Maria Ugolini

*

*

NOTA BIOBIBLIOGRAFICA

Lina Maria Ugolini (Catania, 1963) figlia d’arte, unisce all’attività di scrittrice, poetessa e contafiabe, quella di musicologaHa scritto vari saggi di carattere creativo per la LIM e per Musica/Realtà privilegiando il rapporto tra testo e musica nel Novecento e lo studio del linguaggio comico degli Intermezzi nel Settecento italiano. Lavora con i maggiori compositori siciliani per i quali scrive libretti di teatro musicale e testi poetici per arie e songs.

Come autrice di favole per musica e corti teatrali vince numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Ha collaborato con il Teatro Massimo Bellini, la Camerata Polifonica Siciliana, il Piccolo Teatro di Catania.

È docente di Poesia per musica, Storia del teatro musicale e Drammaturgia musicale presso l’Istituto Superiore V. Bellini di Catania. Fa parte del gruppo di ricerca del SagGEM, il Saggiatore Musicale, Università di Bologna. È socia del CENDIC Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea (Roma)

Ha curato vari progetti di scrittura, creativi e didattici per i bambini e i ragazzi delle scuole secondarie e secondarie superiori. Progetti di lettura e presentazioni in varie librerie siciliane e nazionali. Ha partecipato ai festival Minimondi, Millecunti, La tribù dei lettori, Unamarinadilibri. IsolaPoesia 2012.

Tra i suoi testi andati in scena:  Un prestigiatore molto mago, (2006). Le messe in piega, (2007). Le azioni ilari e fabulanti… (2008). Oleandra porta due cuori, (2008). Jeli il pastore in azioni poetiche trasposto, (2009). Peter Pan nei giardini di Kensigton, (2008) e Lucistella racconta di Peter Pan, (2010).  Lo zolfo spento (2011).I testi poetici di Ballata per tre capinere (2011-2012).

Tra i suoi libri: Canti D’Amaranta (1991), L’Opera risibile (2000), Il Cavaliere del Superbo Palato (Robin, 2007), La foresta millepiedi (A&B 2010), Perfetti giorni qualunque8 racconti per la pagina e 4 per la scena (Robin, 2010), La musica nel tempo dei fiori di cappero (rueBallu, 2011), Con il naso rosso (Ladolfi, 2011).

In corso di stampa: Tutti per Bò (Lineadaria), la plaquette di poesia tipografica La ferrovia (L’Arca Felice)e il volume di teatro, 3 Scritture per dire amore (Polìmata).

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: